‘Borgogna’ di Armando Castagno: la ‘degucensione’

In distribuzione in questi giorni l’ultima fatica letteraria di Armando Castagno dal titolo ‘Borgogna – Le vigne della Cote d’Or’, distribuito da Buongiornovino,  libro e Autore che più di una recensione meritano una ‘degucensione’: buona lettura.

Impatto visivo di estrema variegatura cromatica, nonostante la sua consistenza.
Deciso al naso, sfoglia un ampio ventaglio olfattivo, su cui predominano sentori eterei di carta patinata di buona grammatura e nuance di inchiostro di stampa ancora fresco.
Primo impatto di ampio volume quasi gravoso, ma dopo un ingresso con proemi gallo-italici, la trama si articola in maniera setosa e fluida, regalando via via pieces di vero coinvolgimento sensoriale totale; allungo infinito e di estremo trasporto, che spinge a un piacevole ritorno alle note iniziali.
100/100 Max Groppi.
Abbinamento : “Block notes et Mont Blanc” per appunti di viaggio.
BORGOGNA 2017, 100% borgognone, affinamento ‘sur les lieux’ per oltre 10 anni: altissima espressione di Grand Cru della Maison Armando Castagno, che lascerà un segno indelebile nei già tanti estimatori.