Temerario IGT Toscana 2013

Scoprire un Pinot Nero in Maremma non è cosa così frequente; scoprire, invece, una bella espressione di Pinot Nero in Maremma diventa una rarità.

Questo vitigno difficile sembra trovare la giusta collocazione territoriale a quasi 500 mt di altezza, in una delle zone più incontaminate del comune di Scansano: siamo nell’azienda Casavyc gestita da Viviana Filocamo e Claudio Sabatucci, una coppia romana che dal 2002 ha deciso di vivere e produrre vino in Maremma.

L’altezza, come si diceva, ma anche la vicinanza del Monte Amiata ha la sua importanza: nelle giornate estive, la montagna contribuisce a rinfrescare la zona; non ultimo, poi, a favorire il vitigno  il suolo di medio impasto ma ricco di scheletro, con il risultato finale di una piccola ma veramente valida produzione di vino:

Non a caso il nome dato al vino ricorda la figura di Carlo Duca di Borgogna, un vezzo per richiamare lo stile di produzione dei rossi della Cote de Nuit, a parer nostro riuscendovi.

Nome: Temerario

Denominazione: Toscana IGT

Annata: 2013

Vitigni: Pinot nero 100%

Alcol: 13%

Uve provenienti da vigneto di 1,5 ha impiantato nel 2004, esposizione a ovest; media densità d’impianto (6.250 piante per ettaro), sistema di allevamento a Guyot, basse rese, conduzione delle vigne sostenibile.

Vendemmia anticipata al 23 di Agosto, con raccolta a mano con accurata scelta delle uve.

Fermentazione alcolica circa 25 gg in acciaio con contatto sulle bucce, senza controllo della temperatura.

Maturazione in botti di rovere francese di varia misura da 228 a 400 litri, per il 30% nuove e le rimanenti di secondo passaggio, da inizio Gennaio 2014; fermentazione malolattica svolta naturalmente nella primavera successiva nelle stesse botti e termine della maturazione in legno a fine 2018.

Segue imbottigliamento con affinamento in vetro fino alla fine del 2019, termine col quale è stata iniziata la messa in commercio.

Produzione complessiva di circa 3.000 bottiglie.

Note di Degustazione: Rosso rubino luminoso.

Olfatto ampio e intenso, in cui prevalgono sentori di piccoli frutti rossi e neri, ribes, mora, marasca in confettura, prugna rossa; note soffici tostate, eucalipto e pepe bianco.

Ingresso in bocca vivace per la gradevole freschezza, mostra subito dopo esuberanza di corpo, tannini presenti ma ben integrati, ottima persistenza che rievoca i piccoli frutti del sottobosco.

Temperatura di servizio: 16-18 °C

Abbinamento: Capriolo in salmì

°   °   °

Cerca Casavyc sulla APP The Taste Travelers – Vagabondi del Gusto per contattarla, conoscere i suoi prodotti e prenotare una visita.