‘Senti Oh’: l’ansonica gigliese tra passato e futuro

La corporatura massiccia di Giovanni, i lineamenti mediterranei, quasi arabi, il sorriso cordiale, lo fanno apparire come il gigante buono delle favole; il modo con cui ti accoglie, cadenzato, quasi pigro, è quello che poi ti coinvolge, una maniera tipica dell’indole isolana, dove i…

Leggi... →